Analisi questionari

Il questionario di iMPaRO è stato interamente pensato dagli studenti delle classi terze, seconde e prime della secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Gianni Rodari, al termine della prima fase del progetto. Durante le lezioni svolte in classe dalle operatrici di ActionAid i ragazzi hanno infatti avuto modo di conoscere l’articolazione e lo scopo del progetto nonché i concetti chiave legati al tema della ricostruzione delle scuole, utili alla costruzione delle domande da formulare.

Il questionario è stato somministrato dagli stessi studenti (in particolare i segugi), in versione cartacea, ai principali attori chiave interessati dal progetto in occasione dei sopralluoghi nelle strutture scolastiche provvisorie: studenti, dirigenti, docenti, personale ATA e genitori.

Lo stesso è stato inoltre restituito su Google Form e pubblicato sul blog del progetto:

http://www.monitoraggioscuoleaq.it/ e diffuso tramite canali social del progetto e dell’organizzazione promotrice, ActionAid Italia.

In parallelo, gli studenti hanno intervistato 30 testimoni tra gli attori coinvolti:

http://www.monitoraggioscuoleaq.it/interviste.

Le domande proposte del questionario hanno inteso rilevare: lo stato di attuale sistemazione scolastica (nei Moduli ad Uso Provvisorio Scolastico), i bisogni per la realizzazione della scuola, conoscenza dello stato della ricostruzione degli edifici scolastici e idee e proposte per la ricostruzione della città. 

Dal 6 aprile al 30 aprile 2016 sono stati raccolti 234 questionari.

In riferimento alle fasce d’età, hanno risposto:

110 ragazze e ragazze tra i 6 e gli 11 anni;

13 ragazze e ragazzi tra i 12 e i 15 anni;

6 giovani tra i 16 e i 30 anni;

60 tra i 31 e 45 anni;

43 dai 46 anni a 70 e oltre.

In relazione al ruolo ricoperto, hanno risposto al questionario: 125 studenti, 15 docenti, 2 collaboratori scolastici, 83 genitori, 1 abitanti nei pressi di scuole, 7 cittadini interessati al tema della ricerca.

Sezione MUSP

Alla domanda “Cosa pensa dell’attuale sistemazione scolastica (MUSP)?”, hanno risposto:

219 risposte

La prima impressione che le strutture MUSP comunicano è legata alla condizione micro-climatica che le strutture provvisorie non riescono a garantire in modo adeguato.

La risposta viene comunque chiarita dalla domanda successiva “Come ci si trova nel MUSP?”. Il campione ha risposto:

214 risposte

In particolare, gli studenti hanno risposto:

116 risposte

i docenti:

15 risposte

e i genitori:

83 risposte

Alla domanda “Cosa manca nel MUSP?”, studenti, docenti e genitori sono concordi nel segnalare la ristrettezza degli spazi, la carenza di spazi adeguati (per lo sport, per le attività di approfondimento didattico e la vita nell’edificio scolastico) e relative attrezzature di supporto.

221 risposte

Sezione RICOSTRUZIONE SCUOLA

Circa la ricostruzione della scuola, la domanda chiede: ”Preferirebbe: ricostruire la vecchia scuola o averne una nuova?”. In questo senso, il dato è pressoché univoco perché l’81 % risponde che preferirebbe una nuova scuola.

233 risposte

Alla domanda “Come immagina la nuova scuola?”, la sicurezza è al primo posto, seguita dai bisogni legati allo spazio, alla funzionalità e alla gradevolezza dell’edificio.

226 risposte

Per quanto riguarda la domanda “Di quali spazi/funzioni avrà bisogno la nuova scuola?”, il campione risponde

230 risposte

A seguire, la domanda successiva chiedeva “Tali spazi erano già presenti nella ‘vecchia’ scuola?

233 risposte

Sul piano dello stato della ricostruzione, un’esigua percentuale di rispondenti afferma di essere a conoscenza di qualche avanzamento. “Ha notizie dello stato della ricostruzione della/e scuola/e?”

233 risposte

Tra coloro che hanno risposto sì, meno della metà afferma di sapere “Se è stato portato a termine la fase di progettazione?”

33 risposte

e ancora meno afferma di sapere “Se sono iniziati i lavori?”

32 risposte

Sezione L’Aquila e il futuro

A tutti é stato chiesto “Come immagina L’Aquila nel futuro?”.

In totale hanno risposto 223 studenti, docenti, genitori e semplici cittadini interessati.

In particolare, gli studenti immaginano L’Aquila:

122 risposte

Docenti, genitori e cittadini interessati, la immaginano:

108 risposte.

 

Login

6 or more characters, letters and numbers

6 or more characters, letters and numbers

6 or more characters, letters and numbers. Must contain at least one number.

The two passwords don't match.

Invaild email address.

Select the type of account.

Already have an account?