Sopralluogo 6 marzo 2017 – Pianola – Scuola primaria e infanzia IC Gianni Rodari

 

Articolo blogger 1

La scuola è abbandonata e inagibile. Al progetto di costruzione ci stanno lavorando le insegnanti come i bambini. Hanno avuto un impatto positivo con i MUSP. Il costo finanziario per ricostruire la scuola è di 3 milioni di euro dal Governo. Il progetto andrà a rinforzare e migliorare l’edificio. Ci saranno pareti ventilate e i materiali che useranno, saranno prestazionali e belli.

Articolo blogger 2 – Gruppo “Restart the building”

Siamo partiti alle 8:52 per arrivare circa 10 minuti dopo alla vecchia scuola di Pianola ormai inagibile dal terremoto del 2009. La scuola da davanti è molto accogliente con un ampio giardino al suo esterno, la struttura si sviluppa lungo un corridoio che per permette di interagire tra le classi, la scuola è divisa in tre piani (il seminterrato per l’asilo, il primo per scuola primaria e un’ampia mansarda) anche se mancava una palestra. Circa un quarto d’ora dopo essere arrivati, sono stati intervistate la Preside dell’Istituto Gianni Rodari e una maestra che insegnava quando ci fu il terremoto.
Una volta finita l’intervista, siamo andati nell’attuale scuola di Pianola che è un MUSP (Modulo ad Uso Scolastico Provvisorio). Appena entrati abbiamo notato che è molto stretto anche se di una dimensione adatta al numero di alunni, il massimo di alunni in una classe era di 12. Gli alunni all’interno della scuola si sentono sicuri anche se pensano giustamente che la scuola in muratura sarà più larga e garantirà la sicurezza.
Una volta finite le domande, abbiamo consegnato dei questionari, il risultato è stato che il 60% dei bambini della classe hanno chiesto indietro la vecchia scuola mentre il 40% ha chiesto una scuola nuova.
Dopo aver fatto ricreazione, Denise e Annalisa sono state intervistate singolarmente e ci hanno confermato l’idea comune della classe sul fatto che nella nuova scuola vorrebbero una palestra, una biblioteca e un’aula di informatica.

Sopralluogo 27 marzo 2017 – IC Mazzini – Patini

 

Articolo blogger 1 – Gruppo “Noi e la scuola”

Noi, la 1B, siamo partiti quasi alle ore 9.10. Appena arrivati abbiamo visto la vecchia scuola Mazzini che in teoria doveva essere ricostruita il novembre del 2011 ma non è ancora stata ricostruita. La scuola è ancora in condizioni pessime nonostante siano passati quasi 8 anni. Poi siamo andati nel MUSP dove ci hanno accolti bene. Il MUSP mi è parso molto sicuro anche perché non è stato fatto in mattoni ma in materiali come il metallo che non subisce danni per via del terremoto. Abbiamo intervistato i bambini della 1E per vedere se erano al corrente dello stato della loro vecchia scuola. Abbiamo intervistato anche i grandi per farci dire il perché di questi tempi lunghi. Abbiamo somministrato il questionario al Dirigente scolastico. Io penso che la classe ne sia rimasta soddisfatta anche perché il Dirigente ha risposto a tutte le domande dicendo che il MUSP è bello, sicuro e caldo anche se troppo poco spazioso. Accompagnerò tutto l’articolo con delle foto scattare da Fabian Mecaj, che rappresentano il percorso svolto oggi. Infine siamo tornati a scuola alle ore 12.40.
Le foto scattate dai fotografi del nostro gruppo riguardano tutti i luoghi visitati e la scuola G. Mazzini che deve essere ricostruita. Poi Fabian Mecaj ha fatto un bellissimo video alla Mazzini che faceva sentire tutte le parole che ha detto il Dirigente.

Articolo blogger 2 – Gruppo “Ricostruzione Go!”

La classe prima B è andata alla Mazzini. Siamo partiti verso le 9.00 e siamo tornati alle 12.00. Abbiamo visto una vecchia scuola, la Mazzini, ma è una struttura molto vecchia. La scuola è in condizioni molto brutte perché è anche stata derubata. Poi siamo andati al MUSP della Mazzini, è molto grande e hanno la mensa, molte classi e molti laboratori. Arrivati lì, siamo andati dalla 1E, abbiamo intervistato il loro professore e fatto le domande. Noi abbiamo consegnato dei questionari agli alunni, i fotografi hanno scattato delle foto ai cartelloni e alla scuola.

Sopralluogo 31 marzo 2017 – Scuola Media Dante Alighieri – Paganica

 

Articolo blogger 1
Il giorno 31.03.2017 alle ore 9.00 siamo partiti con il pulmino per raggiungere la vecchia scuola di Paganica. Il viaggio è stato molto ricco di conversazioni. Ognuno dei 23 alunni aveva un compito ed era partecipe di un gruppo.
I compiti si dividevano in Editor, o colui che coordina e gestisce il gruppo; il Blogger, o colui che scrive l’articolo sulle informazioni che fornisce il segugio, o colui/colei che fa le domande e intervista le persone coinvolte; poi abbiamo il foto/video maker, o colui/colei che fa le foto e i video per il Blog e infine il Social Media Manager cioè colui/colei che posta l’articolo sul Blog.
Durante il viaggio i gruppi si sono confrontati per organizzare le domande da rivolgere alle persone responsabili.
Arrivati, abbiamo incontrato l’architetto e il progettista che ci hanno spiegato che vogliono costruire una “scuola aperta al territorio” cioè con attività (dopo la scuola) dove possono partecipare tutte le persone.
Ci hanno riferito anche che la scuola sarà costruita con un materiale innovativo: “XLAM e che la nuova scuola sarà innovativa e con materiali tecnologici”. Un altro segreto è quello che la scuola dovrebbe essere pronta con un anno e mezzo, e che per farla hanno a disposizione 5 milioni di euro.
Svelati i segreti, andiamo a toglierci un altro dubbio. Dovete sapere che i ragazzi sono stati spostati in un MUSP dove fanno lezione. Arrivati nel MUSP, insieme agli altri studenti, abbiamo visto una serie di foto che trattavano di come sarà la scuola in futuro.
Gli studenti sono rimasti affascinati davanti alla loro nuova scuola. Loro lo hanno definito un nuovo inizio.
Dopo abbiamo fatto una intervista agli studenti e loro hanno definito la scuola sicura, ma con un po’ di difetti.
Torneremo per aggiornamenti, andiamo avanti!

Login

6 or more characters, letters and numbers

6 or more characters, letters and numbers

6 or more characters, letters and numbers. Must contain at least one number.

The two passwords don't match.

Invaild email address.

Select the type of account.

Already have an account?